Cosa fa il consulente HACCP

Condividi la sicurezza

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email
consulenza-haccp-roma-700x366

La normativa HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) prevede che le aziende operanti nel settore alimentare, come i ristoranti, i bar, i supermercati e, in generale, quelle aziende che trasformano, vendono o conservano beni alimentari svolgano determinate procedure e adottino certi comportamenti volti a garantire la sicurezza degli stessi, prevenendone le possibili contaminazioni.

Spesso tali aziende si rivolgono a un consulente HACCP, in quanto esperto nella preparazione della documentazione richiesta (il manuale HACCP) e nell’effettuare le analisi necessarie per conseguire la certificazione per la sicurezza alimentare.

L’importanza di un consulente HACCP

Precisiamo subito una cosa: la legge non impone al datore di lavoro di servirsi di un consulente HACCP per rispettare le norme previste in materia. Tuttavia sono tante le imprese che trattano alimenti e si rivolgono a un consulente per la sicurezza alimentare considerando la complessità degli argomenti.

Le esigenze dei consumatori aumentano sempre di più nel tempo, e con esse le competenze che ogni consulente deve possedere. Anche per questo, è necessaria una formazione accurata e approfondita da parte del consulente, nonché un’attenzione particolare a quanto prevedono le specifiche legislazioni e normative europee, statali e regionali in materia.

La Sicurezza Alimentare nella GDO e nella Ristorazione Professionale

Scarica il libro di Giulio Ripanti, Amministratore di Deltacontrol che affronta i principi fondamentali, esempi, verifiche e approfondimenti della sicurezza alimentare nella GDO e Ristorazione Professionale.

5a7e35b3-baed-41f6-b1ba-ad05e0ec430f

Quali sono le competenze di chi fa consulenza HACCP

Sono diverse le competenze che un consulente HACCP deve possedere. Questi ha delle conoscenze approfondite relativamente alle modalità di produzione e trasformazione dei beni alimentari, nonché riguardo alla valutazione dei potenziali rischi per la salute dei clienti di un’azienda operante nel settore.

I consulenti HACCP sanno riconoscere i punti critici legati alla lavorazione e alla distribuzione dei beni alimentari, individuare i rischi e i pericoli relativi a tutte le fasi della filiera alimentare (compreso il trasporto dei prodotti) e specificare le attività di monitoraggio, nonché quelle di controllo delle attrezzature.

Inoltre possiedono competenze approfondite riguardo (ad esempio) a quali sono i principali patogeni alimentari e gli infestanti, qual è l’abbigliamento da utilizzare nell’ambiente di lavoro, quali sono gli adempimenti obbligatori (e quelli facoltativi) in tema di etichettatura, rintracciabilità, conservazione e manipolazione degli alimenti, sicurezza alimentare e molto altro ancora.

La loro formazione, insomma, gli permette di ottenere una conoscenza a tutto tondo nel campo degli alimenti e del loro trattamento, e in questo modo costituiscono per l’azienda del settore una risorsa preziosa per migliorare la propria attività.

Cosa fa esattamente un consulente HACCP

Sono diversi i campi d’azione di un consulente HACCP in favore delle aziende operanti negli ambiti dell’agroalimentare, della ristorazione e della somministrazione di bevande. Prima di tutto, vanno citate la predisposizione di una certa documentazione e l’effettuazione di analisi che andranno messe a disposizione degli organi di controllo preposti. Con questa espressione ci riferiamo essenzialmente all’AUSL e ai NAS.

I consumatori sono sempre più attenti alla qualità del cibo e, a tal fine, il consulente HACCP ha il compito di valutare soluzioni idonee ad abbattere i rischi associati e di effettuare verifiche sulla loro efficacia per mezzo della stesura del Piano di autocontrollo HACCP.

Di cosa si tratta?

Quando parliamo di documentazione da predisporre ci riferiamo, in particolare, al Manuale HACCP.

La redazione di questo importante documento, noto appunto anche con l’espressione “Piano di autocontrollo alimentare” è generalmente realizzata da professionisti laureati e di indiscussa professionalità.

Per quanto riguarda, invece, l’aspetto legato alle analisi, va evidenziato che un consulente HACCP è in grado di effettuare analisi chimiche e microbiologiche degli alimenti e delle superfici di diverse tipologie di attività legate al contesto alimentare, come mense, bar, ristoranti.

Rivolgici a Deltacontrol in quanto non solo società esperta in consulenze ma anche come laboratorio autorizzato per le analiti in materia di autocontrollo.

Voglio essere contattato

Lascia la tua email, ti ricontatteremo il prima possibile.

Richiedi informazioni

Condividi la sicurezza

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email